Crea sito

DOMUSTATION

DOMUSTATION blog per amanti della ps1

Domus On febbraio - 16 - 2013

Analisi grammaticale sintesi

Qui una  sintesi dell’analisi grammaticale utile per un rapido ripasso in caso di test, fatta sulla base di un libro con vari argomenti (edizioni simone)

– Analisi Grammaticale-

 

Dittongo: sono due vocali che si pronunciano con una sola emissione

 

di fiato.

 

 

Iato: si ha quando invece è possibile separare le

vocali

 

 -CONSONANTI-

1) Labiali es. B

2)Linguali es. L

3)Dentali es. D

4)Palati C,g dolci con lingua leggermente appoggiata

5)Gutturali q c,g(dure,cioè articolate nella gola)

6)sonore se la pronuncia si accompgna a vibraz.

delle corde vocali

7)Sorde.

 

Digrammi: alcuni suoni non possono essere da una singola lettera

cosicchè per trascriverli si usano due gruppi di lettere.

 

-Sillaba: ogni gruppo di lettere che viene pronunciato con una sola emissione i fiato.

tuttavia la vocale iniziale di una parola, seguita da una o più consonanti può formare una sillaba

es. a-stro, o-ro.

 

N.B.:

Può capitare che un vocabolo perda una dele proprie sillabe.

 

Aferesi: per indicare la caduta di una vocale o di una sillaba ad inizio parola.

 

Sincope: per indicare la caduta di una vocale e quindi di una sillaba all’interno di una parola.

 

Apocope: per indicare la caduta di una vocale o di una sillaba in fine parola.

 

 

Elisione: La caduta di una parola davanti ad un’ altra parola che cominci per vocale

l’elisione è facilmente individuabile in virtù della presenza dell’apostrofo

es. l’orologio.

non si usa l’apostrofo per la locuzione da fatta eccezone per d’altronde, d’altra parte.

 

TRONCAMENTO: NON RICHIEDE MAI L’APOSTROFO

soppressione di una vocale o consonante finale possibile solo con i vocaboli che abbiano

immediatamente prima della vocale finale una L,M,N,R.

 

Troncamento obbligatorio:

x buono,uno,bello,quello,santo e frate suora(davanti ai nomi propri es. suor maria)

es. buon anno,bel tipo,quel cane,fra Silvio,san Domenico.

 

 

-PARTI DEL DISCORSO-

Variabili: articolo,nome aggettivo,pronome, verbo

Invariabili: avverbio,preposizione,congiunzione,interezione.

 

Suffisso:si aggiunge dopo la radice e da vita alle parole derivate es. giornal-aio (aio è il suffisso)

Prefisso:si aggiunge prima dela radice es. sotto-veste

 

i suffissi possono formare avverbi (es. dolce-mente)

oppure aggettivi (incred-ibile, indecifr-abile).

 

 

Preposizioni articolate:

sono formate dall’unione degli articoli determinativi + di e seguono le regole dell’articolo corrispondente

es. di + il = dello .

 

Nomi di genere comune: cioè identici sia al maschile che al femminile,

denotano l’appartenenza a un genere solo in base all’articolo.

es. il nipote o la nipote

Tuttavia alcuni di questi nomi al plurale si differenziano

es. il \ la collega plurale: i colleghi, le colleghe.

 

Nome Promiscuo: se ha solo la forma femminile o solo quella maschile

così se si vuole specificare il sesso è necessario ricorrere alle parole maschio o femmina

ad es.L’aquila\ il maschio dell’aquila

 

Nomi Invariabili (o indeclinabili):

i sostantivi che nel passaggio dal singolare al plurale restano uguali.

 

AGGETTIVO:

è la parte variabile di un discorso che si aggiunge ad un nome per meglio determinarlo o indicarne una qualità.

 

 

-I gradi dell’aggettivo Qualificativo:

A) GRADO POSITIVO: Indica una qualità es. Marco è studioso.

 

B)Grado comparativo: stabilisce un paragone

es. nessuno è forte come Van Basten.

oppure nessuno è più forte di Van basten.

 

C)Grado superlativo: indica una qualità espressa al massiomo grado

es. quel ragazzo è altissimo (Superl. assoluto)

Oppure il più bravo della classe (superlativo relativo).

 

sono privi i superlativo sia gli aggettivi che già di per sè esprimono

una qualità al massimo grado, sia quelli indicanti forma,tempo,misura.

Sintesi

Grado positivo :buono

Grado comparativo: più buono (o migliore)

Grado superltivo: buonissimo (oppure ottimo).

 

 

Aggettivi possessivi: mio,mia

 

Aggettivi dimostrativi: questo, quello

 

Aggettivi identificativi: stesso, medesimo.

 

Aggettivi indefiniti: alcuno,certo,diverso, parecchio,poco,,ciascuno,ogni,qualche,qualsiasi.

 

Aggettivi interrogativi ed esclamativi:

introducono una domanda (Che,Quale,Quanto…?)

o un esclamazione (es. Quante domande fai!).

 

Aggettivi numerali: es. quattro, otto

 

Aggettivi distributivi: singolo

Frazionari: un terzo, due quinti.

 

 

-PRONOME: parte del discorso che sostituisce il nome.

lei,lui,lo

(es. casa dicevano fosse bella ma non lo era).

io,me,mi,tu,te,ci (particelle pronominali).

 

Pronomi dimostrativi: questo, quello,lo(es. Si lo so.),

la,le,ciò.

 

Pronomi indefiniti:

alcuno,taluno,ciascuno,nessuno,poco,molto.

 

Pronome relativo: che, il quale,la quale.

 

-Verbi

trapassato prossimo: io avevo avuto

Congiuntivo trapassato: che io avessi avuto.

 

trapassato remoto io ebbi avuto

futuro anteriore: io avrò avuto.

Infinito passato: avere avuto.

 

 

 

Verbi transitivi: indicano un azione che passa da un soggetto ad un oggetto

es. Marco usa il pc

Verbi intransitivi: indicano un azione compiuta in se stessa

es. La pecora bela. oppure

un’azione legata ad un complemento indiretto

es.Domani andrò a Foligno.

 

Verbi predicativi: quelli che bastano da soli ad indicare l’azione compiuta

es. il cane abbaia.

Verbi copulativi (copula=collegamento):

sono verbi che non avendo un significato pieno,

svolgono la funzione di copula(collegamento)

fra il soggetto ed un altro elemento detto

complemento predicativo del soggetto

es. Ogni cane è protettivo verso i propri cuccioli

 

N.B.: Oltre al verbo essere hanno valore copulativo i verbi

divenire,diventare,parere,sembrare,rimanere,lasciare.

 

Verbi servili: servono un altro verbo

es. solere (essere solito), volere,potere,dovere

richiedono nei tempi composti, lostesso ausiliare dei tempi

che reggono.

 

Verbi difettivi: perchè la coniugazione risulta incompleta

(mancano di numerose voci o non si usano più es. seconda persona,terza ecc.)

Addirsi (si addice,si addiceva,si addicesse)

solere (soglio,suoli,suole,sogliamo,solete,sogliono, soglia,sogliate sogliano)

Tangere: tange, tangente

Urgere:urgano,urgesse,urgessero,urgerebbero,urgente,urgendo.

Vertere:usato solo nella terza persona dei tempi semplici,

nel participio presente (vertente) e nel gerundio.

Vigere: viga,vigano,vigesse,vigessero,vigerebbero,vigente

Aggradare

 

Verbi irregolari: c.d. perchè cambiano forma nella declinazione

es. andare,nutrire,udire,mentire,salire,togliere,

trarre,scegliere,sapere,rimanere,mettere(messo,mise),

porre,giungere,decidere(decisi),stare,fare,dare,andare.

 

 

 

-AVVERBIO:

due categorie=

A) Qualificativi= avverbi di modo

B) Determinativi: comprendenti gli avverbi di luogo,tempo,quantità, valutazione (affermazione,negazione,dubbio).

 

Avverbi di modo in genere si formano aggiungendo

il suffisso -mente all’aggettivo qualificativo

es. precisa-mente violento\violentemente.

 

Avverbi di luogo: accanto,altrove,costì,ovunque,donde,

dentro,sopra,vicino ecc.

oppure particelle come ci,vi,ne in certi casi da non confondere con le corrispondenti in versione pronome.

 

Avverbi di tempo: adesso,ora,ieri,tardi,spesso,frattanto,quindi,mai.

 

Avverbi di quantità: poco,molto,troppo,affatto,quasi,soltanto,tanto.

 

Avverbi di a)affermazione,B)negazione,C)dubbio:

A)si,certo,indubbiamente,precisamente,appunto,esatto

B)no,non,mai,giammai,nè,neanche,neppure.

C)forse,quasi,eventualmente,probabilmente.

 

Locuzioni avverbiali: si tratta di avverbi costiutuiti da più parole con valore avverbiale

es. di sopra, ben bene, di sotto, or ora,senz’altro, alla rinfusa, alla meglio,

quasi quasi, per l’appunto, di quando in quando.

 

 

 

 

 

La preposizione:

1)preposizione propria :dia,a,da

2)preposizione impropria: sono dette così perchè possono fungere sia da preposizioni,sia da altre parti del discorso: su,prima,dopo,durante,sotto,oltre,lungo.

3)locuzioni prepositive: a causa di, in mezzo a, in cima a, alla volta di, invece di.

 

-Congiunzioni:

si distinguono in base A)alla forma e B)alla funzione

 

A) congiunzioni in base alla forma:

-semplici (e,o,che,ma,nè,mentre),

-composte costituite da più parole unite (affinchè,perchè,benchè)

-locuzioni congiuntive: anche se, ammesso che, di modo che

sono formate a un gruppo di parole.

 

B)Congiunzioni in base alla funzione:

-Coordinanti si suddividono in:

 

1) copulative affermative = e, pure, eppure,parimenti, perfino

2)copulative negative= nè,neanche,neppure,nemmeno

3)disgiuntive:o,ovvero,oppure,altrimenti,ossia

4)avversative: ma, anzi,però tuttavia, nondimeno,peraltro,del resto

5)dichiarative (c.d. esplicative): cioè,ossia,infatti,difatti

6)conclusive: dunque,quindi,peraltro,perciò,allora,ebbene

7)correlative: e…e, o…o, sia…sia, come…così, sebbene…pure, tanto…quanto.

 

-congiunzioni Subordinanti si suddividono in:

1) dichiarative: che (usato per spiegare il significato della parola precedente

es. sono sicuro che giocherai alla ps2)

 

2)causali:perchè,giacchè,poichè

 

3)finali: affinchè,acciochè,perchè,onde.

 

4)temporali: quando,allorchè,mentre,come,finchè,subito che,appena.

es. non è bene parlare mentre si mangia.

 

5)Condizionali: se,qualora,purchè

 

6)consecutive:così che, tanto che

 

7)concessive: quantunque,sebbene,nonostante,benchè.

 

8)modali: come,come se,siccome,comunque,quasi

 

9)eccettuative: tranne,fuorchè,eccetto che

 

10)dubitative: se

11)interrogative: perchè,come

12)comparative: così come,tanto quanto,piuttosto che.

 

 

 

-Esclamazione (o interiezione=inserzione): si distinguono in proprie ed improprie

è la parte del discorso con cui si esprimono sentimenti di dolore (ahi!)

disgusto (bleah!) dubbio (mah!) sorpresa

(Oh quanto mi piace!)-interezioni semplici.

 

interiezioni composte: suvvia! ahimè! orsu!

 

interiezioni improprie: sono costituite

da nomi,aggettivi,avverbi adoperati in funzione di esclamazione

Per carità! Al ladro! Che meraviglia!.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Featured Posts

EDICOLA 19 SOLUZIONI PS2

EDICOLA 19 SOLUZIONI PS2

EDICOLA 19 SOLUZIONI PS2 in italiano anno 2003 PDF di Shinobi, Silent Hill 3, Socom, Syberia, X Men Wolverine’s revenge

edicola 18 soluzioni ps2

EDICOLA 18 SOLUZIONI PS2

EDICOLA 18 SOLUZIONI PS2 in italiano anno 2003 PDF di Blood Rayne, Clock Tower 3, Enter The Matrix, Pianeta del tesoro, Primal

EDICOLA 17 SOLUZIONI PS2

EDICOLA 17 SOLUZIONI PS2

EDICOLA 17 SOLUZIONI PS2 in italiano PDF di Metal Gear 2 Substance, Alone in the dark 4 the new nightmare, Dark Angel, Devil May Cry 2

edicola 16 soluzioni ps2

EDICOLA 16 SOLUZIONI PS2

EDICOLA 16 SOLUZIONI PS2 in italiano PDF di Ape Escape 2, Mortal Kombat Deadly Alliance, Splinter Cell 1, Tenchu 3 Wrath The Heaven

EDICOLA 15 PSX PARTE 2

EDICOLA 15 PSX parte 2 Tips Magazine anno 2001 soluzioni in PDF per Medal Of Honor 2, Spyro 3, Tony Hawk’s 2, Tekken Tag Tournament

EDICOLA 15 PSX PARTE 1

EDICOLA 15 PSX parte 1 Tips Magazine anno 2001 soluzioni in italiano scaricabili in PDF per Dino Crisis 2, Driver 2, Tenchu 2 e Vagrant Story

Search my site

Collegamenti rapidi